Indicazioni specifiche per il corso 
Scuola di dottorato in SCIENZE STORICHE E FILOSOFICHE
Corso: FILOSOFIA
Tipo di organizzazione del corso : Sede unica
Sedi con le quali sono stati stipulati consorzi relativi al singolo corso: Università: UNIVERSIDAD DE BARCELONA      Dipartimento: Department of Logic, History and Philosophy of Science
Università:      Dipartimento:
Università:      Dipartimento:
Università:      Dipartimento:
Università:      Dipartimento:
Università:      Dipartimento:
Convenzioni con altri soggetti: Denominazione: King's College Londra (Gran Bretagna)      Natura: pubblica
Denominazione: University of Iceland (Islanda)      Natura: pubblica
Denominazione: Universitdad de Salamanca (Spagna)      Natura: pubblica
Denominazione: Università di Tubingen (Germania)      Natura: pubblica
Denominazione: Università di Notre Dame (USA)      Natura: pubblica
Denominazione: Università di Budapest (Ungheria)      Natura: pubblica
Denominazione: Università di Namur (Belgio)      Natura: pubblica
Denominazione: Università di Mainz (Germania)      Natura: pubblica
Temi di ricerca: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO (1) il trattamento del linguaggio naturale, il rapporto tra semantica e pragmatica, il problema del significato e del riferimento (con l’Università di Barcellona) (2) la rappresentazione della conoscenza (il problema della definizione di conoscenza, il problema della coerenza dei sistemi di credenza, la contestualità delle asserzioni conoscitive, il problema di una logica dei sistemi normativi, le teorie della giustificazione), (3) il rapporto ragionamento logico e ragionamento di senso comune (non monotonia; sistemi logici muticontesutali; il ragionamento incerto), (4) il problema della razionalità (dai problemi dei sistemi di voto a al problema della scelta razionale, della razionalità economica e politica) (5) il problema della prova a livello scientifico e giuridico (e l’uso della probabilità nella spiegazione e nella giustificazione). - INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE - (1) il tema della saggezza (phronesis) come guida dell'agire e della formazione della personalità nelle sue radici storiche in Aristotele e Tommaso e nelle sue riprese contemporanee sul rapporto legge-virtù. (2) Le radici culturali dell'Europa e sulla genesi e lo sviluppo dei diritti umani(con l’’Università di Salamanca). (3) l'ambito del pensiero italiano tra Settecento e Novecento, con riferimento al rapporto tra identità nazionale e tradizione filosofica, alla storiografia filosofica e alle condanne ecclesiastiche di pensatori come Rosmini e Gioberti. (4) i problemi del pluralismo culturale e religioso nei loro risvolti antropologici ed etici: morale interculturale, etica consensuale e ethos mondiale nel contesto attuale della globalizzazione e nella prospettiva del dialogo tra le diverse culture e religioni (in collaborazione con l'Università di Tübingen e la Stiftung Weltethos) (5) studi dei nessi tra crisi etico-religiosa e nuove visioni del tempo e della storia nella filosofia moderna e contemporanea (p.e. Nietzsche, Bloch, Heidegger)
Obiettivi formativi e programmi di studio secondo le specificità dei singoli corsi: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO:
(1) Il primo obiettivo formativo è rendere gli studenti del corso di Dottorato competitivi a livello europeo con altri Dottorati. Siamo già informalmente connessi a una rete di dottorati in diverse Unviersità europee e formalmente siamo convenzionati con l’Università di Barcellona. Il curriculum dei dottorati di filosofia in campo logico-epistemologico presuppongono una buona preparazione di logica matematica, una buona capacità argomentativa, una esperienza di partecipazione a convegni internazionali e la competenza su temi specifici di campi di applicazione di logica ed epistemologia, siano essi epistemologia dell’economia o della politica (oggi molto valutate in ambito interdisciplinare) siano essi filosofia della logica, della scienza e del linguaggio.
(2) Il secondo obiettivo formativo è rendere gli studenti del corso di Dottorato competitivi a livello europeo per posti di responsabilità nei varii settori dell’organizzazione della CEE, ove si richiedono persone con capacità di organizzazione della ricerca e di competenza “elastica” e non troppo settoriale. Per questo l’aspetto metodologico e di relazione con altri centri di studio all’estero risulta un elemento indispensabile.
(3) I programmi di studio “standard” sono organizzati su due filoni generali – per questo ciclo – di logica filosofica e epistemologia generale. (3, i) Per “logica filosofica” si intende un insieme di studi sui fondamenti della logica (dal problema della fondazione della logica intensionale, al problema del passaggio dalla logica matematica standard al trattamento del ragionamento incerto e approssimato, alla vlautazione del rapporto tra logica classica e probabilità nello studio della razionalità dell’homo economicus, ecc.) e di esposizione delle problematiche e dei sistemi di logica estesa (logiche modali, deontiche, paraconsistenti, polivalenti) o di alternative alla logica classica (logica intuizionista, logica lineare); (3 ii) Per “epistemologia generale” si intende quell’insieme di problemi legati alla definizione della conoscenza e al trattamento di basi di conoscenze che può avere applicazioni in differenti campi di studio.
(4) Parte integrante dei programmi di studio sarà dato da un serie di lezioni fatte in collaborazione con docenti di diverse università europee (non escluse università americane con cui i docenti del corso hanno una tradizionale collaborazione di lunga data, spesso per aver studiato in tali università, in particolare Stanford e Pittsburgh)
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
Il Corso di Dottorato in "Filosofia e storia delle idee etiche, estetiche e religiose", in continuità con il precedente Dottorato in "Storiografia e teoresi filosofica" del DIF e con il Dottorato in “Filosofia, storia della filosofia, estetica – storia critica delle idee europee” del DISSPE, si richiama anche nel titolo al fecondo rapporto fra la riflessione filosofica attenta ai problemi della contemporaneità e la ricerca sulla storia delle idee. Esso parte dalla convinzione che una solida formazione filosofica complessiva sia oggi in grado di fornire gli strumenti per affrontare la sfida rappresentata dalla complessità e dell'accelerato sviluppo tecnologico, permettendo anche un'adeguata specializzazione nei singoli ambiti di ricerca.
In particolare il Dottorato intende sviluppare il filone di studi teoretico-estetico-religiosi avviato da Alberto Caracciolo, maestro della scuola genovese e primo professore italiano a ricoprire una cattedra di Filosofia della religione, come pure le ricerche sulla tradizione aristotelica e kantiana, nelle sue dimensioni teoretiche ed etiche, da tempo condotte dai docenti del corso. A partire da una riflessione di carattere insieme storico e speculativo, la ricerca si apre agli sviluppi dell'antropologia filosofica, dell'etica, dell’ermeneutica, della filosofia della religione e dell'estetica del Novecento fino a confrontarsi con la problematica, oggi particolarmente attuale, del confronto interculturale e del dialogo interreligioso. Qui la dimensione sincronica della teoresi e quella diacronica della storiografia trovano un significativo punto di sintesi.
(1) Il primo obiettivo formativo è dunque quello di formare un dottore di ricerca che si sia confrontato con l’intero arco problematico della tradizione filosofica e che si sia appropriato della sua prospettiva universalistica e globale.
(2) Il secondo obiettivo formativo è l’acquisizione da parte del dottorando di una metodologia e di una competenza scientifica solida attraverso la progettazione e l’elaborazione di una dissertazione finale su una tematica circoscritta trattata in modo critico e originale, sotto la guida di un docente tutor.
(3) Il terzo obiettivo formativo è il pieno inserimento del dottorando nei dibattiti attuali in contesto nazionale e internazionale, attraverso la frequenza di cicli di lezioni tenuti da docenti esterni, la partecipazione a convegni, nonché soggiorni di studio e ricerca presso centri scientifici e accademici stranieri.
(4) Il quarto obiettivo è il raccordo delle ricerche filosofiche speciali con i bisogni di orientamento filosofico (etico, estetico, ermeneutico, interculturale, interreligioso) presenti nella società attuale e con le tendenze in atto e le problematiche emergenti nella vita culturale e nei rapporti tra le diverse culture; qui dovranno essere valorizzati i contatti con diverse realtà e associazioni a livello locale, nazionale e internazionale (tra queste ultime vanno sottolineate la Stiftung Weltethos e la World Conference on Religion and Peace, con le quali sono già attivate feconde collaborazioni scientifiche).
Modalità di svolgimento dell'attività didattica specifica per il corso: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
Lo svolgimento dell’attività didattica sarà organizzato su diversi livelli: (1) in primo luogo le lezioni (legate a un rafforzamento della base logica e di filosofia della logica) saranno sviluppate soprattutto nel primo anno, e proseguiranno in minor misura negli anni successivi, anche sotto forma di cicli di lezioni, in collaborazione con i docenti dell’Università di Barcellona. Oltre alle lezioni di “metodologia generale” comune a tutti i corsi della scuola si proporranno lezioni di “logica filosofica” (intendendo con questo non una alternativa alla logica matematica, ma estensioni, applicazioni e fondamenti di logica) e altre tematiche epistemologiche. Saranno peraltro resi accessibili ai dottorandi alcuni corsi di lauree specialistiche filosofiche e matematiche, (2) Oltre alla attività didattica “frontale” di lezioni e cicli di lezioni, si insisterà particolarmente su (i) partecipazione a seminari tematici organizzati su invito di docenti di altre università italiane e straniere con cui si mantengono contatti di ricerca (ii) partecipazione a convegni e congressi – (iii) presentazione a fine anno di una relazione complessiva sulla ricerca con discussione del collegio docenti (iv) presentazione di una relazione all’incontro seminariale tra dottorandi (v) partecipazione all’attivatà di laboratorio (organizzazione delle pagine di ricerca filosofica, attività per le riviste della sezione Epistemologia, ecc.). Per queste attività saranno attribuiti crediti formativi.
Si intende che l'attività didattica di questo ciclo di dottorato sarà utilizzata anche per i dottorandi dei cicli precedenti ed aperta a dottorandi di altri corsi.
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
(1) Corsi di lezioni frontali di metodologia della ricerca filosofica differenziati per i due filoni principali di ricerca (quello storico-filosofico e quello teoretico), tenuti da docenti interni al collegio del dottorato (10/20 ore annue ciascuno, 5/10 crediti).
(2) Cicli di lezioni su tematiche più specifiche, tenuti da docenti prevalentemente esterni, specialmente da docenti dei centri esteri in rapporto di collaborazione con il dottorato (10/20 ore annue ciascuno, 5/10 crediti).
(3) Seminari che prevedono la partecipazione attiva dei dottorandi con loro relazioni e controrelazioni, discusse collegialmente sotto la guida dei docenti del corso (6/10 sedute all’anno, 5/10 crediti).
(4) Incontri in gruppi più ristretti di dottorandi con uno o più docenti tutores, per la discussione più puntuale di argomenti e problemi specifici delle loro relazioni scritte (semestrali o annuali) e delle loro tesi finali (5/10 incontri all’anno, 5 crediti).
(5) Riunioni collegiali di tutti i dottorandi e i docenti per la presentazione e la discussione delle relazioni semestrali o annuali sulle ricerche svolte (5 crediti).
(6) Periodi di studio e di ricerca (almeno un semestre) presso centri scientifici e accademici stranieri, specialmente presso quelli con i quali sono già attivi rapporti di collaborazione.
(7) Esperienze di contatto e inserimento nell’attività sociale e professionale attraverso stages o tirocinii presso case editrici, biblioteche, aziende e associazioni culturali (locali ed estere) che presentino un interesse per la competenza filosofica o interculturale.
Modalità di svolgimento dell'attività di addestramento alla ricerca specifica per il corso: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
Lo svolgimento dell’attività didattica sarà organizzato su diversi livelli: (1) in primo luogo i corsi di lezione (legati a un rafforzamento della base logica e di filosofia della logica) saranno sviluppati soprattutto nel primo anno (per almeno 40 ore e 20 crediti – con elaborato scritto), e proseguiranno in minor misura negli anni successivi, anche sotto forma di seminari organizzati, in collaborazione con i docenti dell’Università di Barcellona (per 20 ore l’anno e 10 crediti – con elaborato scritto). In dettagli, oltre alle lezioni di “metodologia generale” comune a tutti i corsi della scuola, si proporranno lezioni di “logica filosofica” (intendendo con questo non una alternativa alla logica matematica, ma estensioni, applicazioni e fondamenti di logica) e altre tematiche epistemologiche e di “epsitemologia generale”. Saranno peraltro resi accessibili ai dottorandi alcuni corsi di lauree specialistiche filosofiche e matematiche. (2) Oltre alla attività didattica “frontale” di lezioni e cicli di lezioni, si insisterà particolarmente su (i) partecipazione a un ciclo di lezioni organizzato con invito di docenti di altre università italiane e straniere per un totale di almeno 12 lezioni (ii) partecipazione a convegni e congressi e presentazione di “paper” o di poster (iii) presentazione a fine anno di una relazione complessiva sulla ricerca con discussione del collegio docenti (iv) presentazione di una relazione all’incontro seminariale tra dottorandi (v) partecipazione all’attivatà di laboratorio (organizzazione delle pagine di ricerca filosofica, attività per le riviste della sezione Epistemologia, ecc.). Per queste attività saranno attribuiti crediti formativi fino al raggiungimento di 60 crediti all'anno.
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
L’addestramento all’attività scientifica dei dottorandi consisterà primariamente nella progettazione e nell’elaborazione delle relazioni semestrali o annuali e della dissertazione finale. La progettazione avverrà nelle riunioni collegiali iniziali del ciclo (e degli anni successivi). L’elaborazione dei lavori scritti di ogni dottorando sarà seguita da un docente tutor attraverso incontri individuali; sarà inoltre verificata in incontri di piccoli gruppi di dottorandi e docenti e nelle riunioni collegiali di fine semestre o fine anno.
Componente importante dell’addestramento alla ricerca sarà la partecipazione dei dottorandi a convegni locali, nazionali e internazionali, mediante la presentazione di comunicazioni e/o la stesura di relazioni riassuntive che potranno essere discusse nei seminari dei dottorandi o negli incontri di piccoli gruppi.
Altrettanto importante sarà l’acquisizione di un profilo internazionale attraverso i soggiorni presso le istituzioni scientifiche estere e il confronto con colleghi e docenti di altri paesi e di altre culture.
Attività di tutorato specifica per il corso: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
Ogni dottorando avrà assegnao un tutor che avrà il compito di seguire individualmente il dottorando e verificare puntualmente il lavoro svolto. Quando il dottorando frequenterà corsi all’estero, sarà seguito da un tutor provvisorio nella sede ospitante. Il tutor sarà tenuto a seguire il dottorando nelle diverse fasi di elaborazione della tesi, con colloqui settimanali o almeno mensili, e con la verifica puntuale degli elaborati scritti. In particolare il tutor dovrà seguire la preparazione del dottorando nella sua partecipazione ad attività “fuori sede”, siano esse a carattere di stage di inserimento al lavoro, o anche di partecipazione a convegni e congressi internazionali, cui si spinge il dottorando a partecipare.
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
Nelle riunioni collegiali iniziali del ciclo ad ogni dottorando sarà assegnato un docente tutor tra i membri del collegio del corso, a cui potrà eventualmente essere affiancato un docente tutor esterno. Compito primario del docente tutor sarà quello di guidare e seguire il dottorando nella progettazione e l’elaborazione delle relazioni semestrali o annuali e soprattutto della dissertazione finale, verificandone l’impostazione, il regolare procedere e i risultati conclusivi. Questo avverrà tramite incontri individuali e anche in incontri e discussioni di piccoli gruppi. Il docente tutor incoraggerà e indirizzerà il dottorando anche alla partecipazione a convegni e lo seguirà nella stesura di comunicazioni e relazioni riassuntive. Lo aiuterà anche nella scelta della sede del soggiorno di studio e ricerca all’estero, durante il quale il dottorando sarà affidato ad un docente tutor provvisorio della istituzione straniera. Lo seguirà infine anche nello svolgimento di stages o tirocini presso enti extraaccademici.
Eventuali insegnamenti mutuati da altri corsi di laurea o altri corsi per il corso: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO:
Lo studente del corso di dottorato potrà utilizzare parte dei crediti richiesti per il Corso con insegnamenti mutuati dal corso di laurea specialistica di Metodologie filosofiche, e dal corso di Laurea specialistica in Matematica, in particolare:
epistemologia
etica pubblica
filosofia della scienza
logica II (matematica)
logica matematica
ontologia
teoria della comunicazione
teoria della scienza politica.
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
Il dottorando potrà conseguire parte dei crediti richiesti dal corso di dottorato frequentando insegnamenti mutuati dal corso di laurea specialistica in Metodologie filosofiche; in particolare, per il prossimo anno accademico, scegliendo tra le seguenti discipline:
Etica
Filosofia del confronto interculturale
Filosofia del dialogo interreligioso
Storia della storiografia filosofica
Eventuali insegnamenti specifici del corso del corso di dottorato di ricerca: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
(1) M-FIL/02 - M-FIL/05 logica filosofica – insegnamento frontale ove vengono presentati sia temi di filosofia della logica, sia aspetti sugli sviluppi recenti della logica matematica (il corso viene proposto informalmente, data la impossibilità dipresentarlo nel progetto didattico)
(2) M-FIL/02 Epistemologia generale – insegnamento sulle diverse applicazioni delle tematiche espistemologiche alle diverse scienze, comprese le scienze economiche e politiche.
INDIRIZZO DI FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
(1) Corsi di lezioni frontali di metodologia della ricerca filosofica, tenuti da docenti interni al collegio del dottorato:
(1.1) Metodologia della ricerca storico-filosofica (10/20 ore, 5/10 crediti).
(1.2) Metodologia della ricerca filosofico-teoretica (10/20 ore, 5/10 crediti).
(2) Cicli di lezioni tematiche, tenuti da docenti prevalentemente esterni:
(2.1) Problemi del pluralismo e del consenso etico interculturale e interreligioso (10/20 ore, 5/10 crediti).
(2.2) Problemi teoretici, ermeneutici ed estetici della traduzione (10/20 ore, 5/10 crediti).
Cicli di seminari specifici per il corso: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
(1) M-FIL/05 Topics in the Philosophy of Language and Mind – ciclo di lezioni condotte asseme ai docenti dell’Unviersità di Barcellona.
(2) M-FIL/02 Topics in Applied Epistemology – serie di lezioni concordate con docenti del corso e con docenti di diverse università italiane e straniere: Claudia Bianchi (San Raffaele, Milano) Chirstopher Hugues (King’s College, London), Marcello Frixione (Unviersità di Salerno), Diego Marconi (Università di Torino), Martine Nide-Ruemeling (Universität Freiburg), Massimo Piattelli Palmarini (University of Tucson), Garbiella Pigozzi (Universität Bielefeld), Antony Savile (King’s College, London). Dan Sperber (Centro Jean Nicod, Paris), Achille Varzi (Columbia University).
(3) seminario dei dottorandi, con presentazione dei risultati delle ricerche e discussione condotta assieme ad almeno un membro del collegio docenti
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
(1) Seminari che prevedono la partecipazione attiva dei dottorandi con loro relazioni e controrelazioni, discusse collegialmente sotto la guida dei docenti del corso (6/10 sedute all’anno, 5/10 crediti).
(2) Incontri in gruppi più ristretti di dottorandi con uno o più docenti tutores, per la discussione più puntuale di argomenti e problemi specifici delle loro relazioni scritte (semestrali o annuali) e delle loro tesi finali (5/10 incontri all’anno, 5 crediti).
Collaborazioni didattiche strutturate con altri enti per il corso: 1. Topics in the Philosophy of Language and Mind - ciclo di lezioni con docenti dell'Università di Barcellona: 10 giorni ogni anno del ciclo
2. Partecipazione degli studenti ad attività di ricerca presso l'altra università: 6 mesi almeno duranto il ciclo
3. Cicli di lezioni da Università di Salamanca, Lovanio, Namur, Tubingen, Mainz
4. Lezioni e seminari da Università di London, Reykjavik e altre
Profili di internazionalizzazione riguardanti il corso: Ateneo straniero: Universita' di Barcellona
Città: Barcellona
Nazione: Spagna
Programmazione dei soggiorni di studio all'estero da parte degli studenti italiani per lo svolgimento di attività di didattica/addestramento alla ricerca/tutorato presso l'Ateneo straniero: Si prevede la permanenza di almeno 6 mesi di studio presso l'Università di Barcellona, che è la condizione per il riconoscimento reciproco del titolo di Dottorato.
Programmazione dei soggiorni di studio in Italia da parte degli studenti stranieri per lo svolgimento di attività di didattica/addestramento alla ricerca/tutorato presso l'Ateneo: Si prevede la permanenza di almeno 6 mesi di studio presso l'Università di Genova - vedi clausole di cui sopra.
Partecipazione dei seguenti docenti stranieri nel Collegio dei Docenti: Manue Garcia Carpintero
Jose' A. Diez
Genoveva Martì Castillo
(dopo l'accorpamento dei due corsi di dottorato in uno, per evitare una burocrazia troppo complicata per un collegio già numeroso, abbiamo tolto i docenti stranieri dal collegio docenti ufficiale del corso, pur mantenendo essi un ruolo chiave nella docenza dell'indirizzo epistemologico, come peraltro altri docenti dell'latro indirizzo. Si ricorda infine che i due indirizzi forniscono comunque corsi e seminari per i 20 dottorandi del Dottorato in filosofia dei cicli precedenti.
Partecipazione dei seguenti docenti italiani nel corrispondente organo dell'altro Ateneo: Valeria Ottonelli
Carlo Penco
Nicla Vassallo
Anche in questo caso ci si è accordati per una partecipazione "informale", ma "sostanziale". Faremo docenza, anche senza figurare ufficialmente nel collegio docenti.
Svolgimento di eventi in modo congiunto: Si prevede di distribuire il ciclo di lezioni su filosofia del linguaggio e della mente nei tre anni del ciclo, facendo sì che ogni anno un docente differente si alterni nelle leioni. Il periodo previsto è maggio-giugno e la durata è di circa una settimana per ogni docente, con un corso intensivo di 15 ore (che verranno integrate da preparazione e discussione con gli studenti).
Coordinatore del Collegio dei docenti: Cognome: PENCO
Nome: CARLO
Qualifica: PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico disciplinare: M-FIL/05
e-mail: penco@unige.it
Telefono: (+39) 010209 - 9795
Sede: DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA
Collegio dei docenti: 1) BORGA MARCO
Qualifica : PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: MAT/01
Sede : Genova
Pubblicazioni :
* Borga, M.,”Il linguaggio logico: qualche spunto didattico”, L’insegnamento della matematica e delle scienze integrate 23 B/5 (2000), pp. 455-466.
* Borga, M.,”Una grande varietà di modi di definire”, L’insegnamento della matematica e delle scienze integrate 23 A-B/6 (2000), Atti del XXIX Seminario Nazionale del Centro “Ugo Morin”, pp. 543-559.
* Borga, M.,”Dimostrazioni e fondamenti”, Atti del XXI Convegno Nazionale UMI-CIIM sull’insegnamento della matematica: Nuclei fondanti del sapere matematico nella scuola del 2000 (Salsomaggiore, 2000), Notiziario dell’Unione Matematica Italiana XXVIII (2001), supplemento al n. 10, pp. 9-18.
* Borga, M., “Hilbert e la scuola di Peano a confronto”, in Matematica e filosofia, a cura di Angelo Guerraggio, Paravia Bruno Mondadori Editori, Milano, in corso di pubblicazione.
* Borga, M.,”Alle origini delle ricerche metamatematiche: indipendenza e coerenza fra Ottocento e Novecento”, Epistemologia 28 (2005), pp. 5-26.



2) MARSONET MICHELE
Qualifica : PROF. STRAORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) I limiti del realismo. Filosofia, scienza e senso comune, Angeli Editore, Milano, 2000, pp. 156.
(2) Il concetto di verità nella filosofia occidentale (a cura di Michele Marsonet), Il melangolo, Genova, 2000, pp. 175.
(3) Donne e filosofia (a cura di Michele Marsonet), Erga Edizioni, Genova, 2001, pp. 314.
(4) Liberalismo e società giusta (a cura di Michele Marsonet), Name, Genova, 2001, pp. 104.
(5) The Problem of Realism (edited by Michele Marsonet), Ashgate, Aldershot-London (U.K.), 2002, pp. viii+217.
(6) Logic and Metaphysics (edited by Michele Marsonet, Margherita Benzi), Name, Genova, 2004, pp. 193.
(6) Common Sense and the Scientific View of the World, "Sensus Communis", I, N. 3, 2000, pp. 321-335.
(7) "Sapere" e sapere scientifico, "Sensus Communis", I, N. 4, 2000, pp. 457-470.
(8) L''inafferrabile Sinistra di Richard Rorty, "Iride", XIV, N. 32, 2001, pp. 200-203.
(9) Giustizia e distribuzione dei beni, in Michele Marsonet (a cura di), Liberalismo e società giusta, Name, Genova, 2001, pp. 85-101.
(10) Wilfrid Sellars e le due immagini del mondo, "Acta Philosophica", Vol. 10, fasc. II, 2001, pp. 273-293.
(11) The Limits of Realism, in Michele Marsonet (ed.),The Problem of Realism, Ashgate, Aldershot-London (U.K.), 2002, pp. 190-204.
(12) Voci di dizionario: positivismo, pragmatismo, Bertrand Russell), in Giuseppe Tanzella-Nitti, Alberto Strumia (a cura di), Dizionario interdisciplinare di scienza e fede, Città Nuova, Roma, 2002, Vol. 1, pp. 1093-1102.
(13) La verità fra tradizione analitica e pragmatismo, in Vittorio Possenti (a cura di), La questione della verità, Armando, Roma, 2003, pp. 195-207.
(14) Il fallibilismo e l''epistemologia anarchica: da Popper a Feyerabend. "Aquinas", 46, N. 2-3, 2003, pp. 417-434.
(15) Dicibile, indicibile e mistero nella filosofia analitica, in Gian Luigi Brena (a cura di), Ragioni del mistero, Cleup Editrice, Padova, 2003, pp. 37-52.
(16) Mente, linguaggio e realtà, in Angelo Campodonico (a cura di), Verità nel tempo. Platonismo, Cristianesimo e contemporaneità. Studi in onore di Luca Obertello, Il melangolo, Genova, 2004, pp. 265-270.
(17) Logic and Metaphyisics from a Pragmatic Viewpoint, in Michele Marsonet, Margherita Benzi (eds.), Logic and Metaphysics, Name, Genoa, 2004, pp. 175-190.
(18) Relativismo ed empirismo nell''epistemologia contemporanea. Dal fallibilismo di Popper all''epistemologia anarchica di Feyerabend, in Roberto Di Ceglie (a cura di), Pluralismo contro relativismo, Edizioni Ares, Milano, 2004, pp. 85-103.
(19) Nicholas Rescher, in Dictionary of Modern American Philosophers, Thoemmes Press, Bristol (U.K.), 2005, Vol. 4, pp. 2030-2036.


3) MONTECUCCO MARIA LUISA
Qualifica : RIC. UNIV. CONFERMATO TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/02
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Luisa Montecucco, Evandro Agazzi (eds), Complexity and Emergence, Proceedings of the Annual Meeting of the International Academy of the Philosophy of Science, World Scientific Publishing Co., Singapore, 2002, pp. XIX, 210.
(2) "Soggetti di controfattuali o soggetti a controfattuali?" in P. Cherubini, P. Giaretta, A. Mazzocco (a cura di), Ragionamento: psicologia e logica, Giunti, Firenze, 2000, pp. 293-301
(3) "Naturalismo e normatività ", Epistemologia, XXIII, pp. 147-168, 2000,
(4) “Orientarsi a studi umanistici. Costruzione di una prova informatizzata di auto-orientamento ai percorsi della Facoltà di Lettere e Filosofia.” (con A. Scopesi, P. Brandolini, L.R. Cresci, B.M. Giannattasio, A. Greco, R. Lenti, M. Migliorini, G. Spinelli, M.C. Usai), GIPO – Giornale italiano di psicologia dell’orientamento, vol. 2/2, 2001, pp. 3-16.
(5) “Femminismo, scienza e filosofia della scienza: il caso Keller-McClintock", in M. Marsonet (a cura di), Donne e Filosofia, Erga, Genova, pp. 285-303, 2001.
(6) "Normatività logica e normatività psicologica", in M. Bagassi, L. Macchi e M.G. Serafini (a cura di), Discorsi e pensieri. Scritti in onore di Giuseppe Mosconi, Il Mulino, Bologna, 2001, pp. 93-101
(7) “Una prova informatizzata di auto-orientamento ai corsi di laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia (Argo): proposte di analisi degli errori" (con R.Cresci, A.Scopesi, M.C.Usai), GIPO - Giornale italiano di psicologia dell''orientamento, vol. 3/3, pp.29-44, 2002.
(8) "Can supervenience save the mental?", in E. Agazzi, L. Montecucco (eds), Complexity and Emergence, World Scientific Publishing Co., Singapore, 2002, pp. 161-180.
(9) "Il senso comune come ''teoria'' e come ''limite''", in E. Agazzi (a cura di), Valore e limiti del senso comune, Franco Angeli, Milano, 2004, pp. 57-72.


4) PALLADINO DARIO
Qualifica : PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: MAT/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Corso di Logica. Introduzione elementare al calcolo dei predicati, Carocci, Roma, 2002 (2003 I rist.; 2003 II rist).
(2) Logica e teorie formalizzate. Completezza, incompletezza, indecidibilità, Carocci, Roma, 2004.
(3) (con M. Frixione), Funzioni, macchine, algoritmi. Introduzione alla teoria della computabilità, Carocci, Roma, 2004.
(4) “Le geometrie non euclidee fra cultura, storia e didattica della matematica. Parte seconda”, Didattica delle Scienze, anno 35, n. 205, gennaio 2000, pp. 35-39.
(5) “Le geometrie non euclidee fra cultura, storia e didattica della matematica. Parte terza”, Didattica delle Scienze, anno 35, n. 206, febbraio 2000, pp. 41-45.
(6) “Le geometrie non euclidee fra cultura, storia e didattica della matematica. Parte quarta”, Didattica delle Scienze, anno 35, n. 207, aprile 2000, pp. 37-41.
(7) “La verità nella logica e nella matematica”, in M. Marsonet (a cura di), Il concetto di verità nel pensiero occidentale, Il Melangolo, Genova, 2000, pp. 93-109.
(8) “Le geometrie non euclidee fra cultura, storia e didattica della matematica. Parte quinta”, Didattica delle Scienze, anno 36, n. 209, ottobre 2000, pp. 48-53.
(9) (con M. Frixione, S. Scotto), “Informatica a scuola. Foglio Elettronico o Programmazione Strutturata?”, Nuova Secondaria XVIII, 5, gen. 2001, pp. 95-100.
(10) “Logica, psicologia e didattica”, Nuova Secondaria XIX, 5, gen. 2002, pp. 87-90.
(11) “Logica e logiche”, Nuova Secondaria XIX, 7, mar. 2002, pp. 87-90.
(12) “La logica intuizionista”, Nuova Secondaria XIX, 8, apr. 2002, pp. 83-86.
(13) “Logiche trivalenti”, Nuova Secondaria XIX, 10, giu. 2002, pp. 86-89.
(14) (con P. Bussotti), “Il principio di induzione. 1. Storia e ruolo”, Nuova Secondaria XX, 2, ott. 2002, pp. 41-51.
(15) “Il principio di induzione: sviluppo storico e applicativo”, Nuova Secondaria XX, 6, feb. 2003, pp. 53-63.
(16) “La filosofia della matematica di Frege”, in N. Vassallo (a cura di), La filosofia di Gottlob Frege, Franco Angeli, Milano, 2003, pp. 145-162.
(17) (con M. Frixione), “Logica delle probabilità”, Nuova Secondaria XXI, 3, nov. 2003, pp. 81-84.
(18) (con M. Frixione), “Probabilità e ragionamento”, Nuova Secondaria XXI, 5, gen. 2004, pp. 90-93.
(19) “Logica e didattica”, Relazione tenuta il 10/10/2003 a Milano al convegno Matematica e scuola: facciamo il punto”, IRRE Lombardia, sito: www.irre.lombardia.it.
(20) (con S. Scotto), “Le medie della Statistica”, Nuova Secondaria XXI, 9, mag. 2004, pp. 88-91.
(21) (con S. Scotto), “Strategie d’investimento e disinvestimento”, Nuova Secondaria XXI, 10, giu. 2004, pp. 87-90.
(22) (con M. Frixione), “Ragionamento induttivo”, Nuova Secondaria XXII, 2, ott. 2004, pp. 71-75.
(23) (con M. Frixione), “Logica Fuzzy”, Nuova Secondaria XXII, 4, dic. 2004, pp. 81-84.
(24) (con C. Palladino), “Logica e dimostrazioni matematiche”, Nuova Secondaria XXII, 6, feb. 2005, pp. 83-87.
(25) “Identità, equazioni e logica”, di prossima pubblicazione su Prismi, Quaderno di cultura del Liceo Scientifico Statale “Galileo Ferraris” di Varese.
(26) “I fondamenti dell’aritmetica”, Prismi, Quaderno di cultura del Liceo Scientifico Statale “Galileo Ferraris” di Varese, anno IV, 2005, pp. 63-74.
(27) “Il teorema di Gödel e le sue conseguenze epistemologiche”, Prismi, Quaderno di cultura del Liceo Scientifico Statale “Galileo Ferraris” di Varese, anno IV, 2005, pp. 63-74.



5) PENCO CARLO
Qualifica : PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/05
Sede : Genova
Pubblicazioni : 1. Introduzione alla filosofia del linguaggio Laterza, Roma-Bari 2004
2. La svolta contestuale (a reading of original papers in philosophy of language and artificial intelligence by V. Akman, M.Benerecetti, M.Benzi, P.Bouquet, M.Frixione, C.Ghidini, F.Giunchiglia, F. Guala, M.Motterlni, J.Perry, E. Picardi, S. Predelli, M. Sbisà, A. Varzi, N. Vassallo) McGraw Hill, 2002
3. (with Eva Picardi): Gottlob Frege, Senso, funzione e concetto (philosophical papers 1891-1897) Laterza, Bari, 2001.
4. Filosofia analitica - Reading of Frege, Russell, Wittgenstein, Quine, Austin, Grice, Searle, Putnam - La Nuova Italia, Firenze, 2001.
5. " Idiolect and Context" (forthcoming in H. Hahn (ed.) The Library of Living Philosophers: Michael Dummett)
6. "Anatra all''arancia: il tema del contesto nella filosofia analitica", Teoria 2005 (1) pp. 3-21.
7. "Wittgenstein, Locality and Rules" in E.Picardi, A.Coliva, Wittgenstein Today, Il Poligrafo, Padova, 2004, pp. 249-274.
8. "Frege, sense and limited rationality" Modern Logic Vol.9, 2001-2003 (Issue 29)pp.53-65
9. "Frege: Two thesis, two senses", in History and Philosophy of Logic 2003, vol. 24, n.2 (pp.87-109).
10. "Filosofia del linguaggio", in L. Floridi (a cura di), Linee di Ricerca, SWIF, 2003 (pp.1-26).
11. (con M. Frixione) "Sensi fregeani, procedure e limiti computazionali", in Vassallo N. La filosofia di Gottlob Frege, Angeli, Milano 2003 (pp. 163-180).
12. "Introduzione" a J. Perry, Contesti De Ferrari, Genova, 2002.
13. "Holism, Strawberries and Hairdryers" in Topoi 2002 (pp. 47-54)
14. " Olismo e molecolarismo in Dell''Utri M. Olismo, Quodlibet, Roma, 2002 (pp.67-90)
15. "Contesto, normatività e contrattazione semantica" in P. Parrini (a cura di) Conoscenza e Cognizione, tra filosofia e scienza cognitiva, Guerini, Milano, 2002 (pp.257-273)
16. "Le ragioni di una svolta", in C. Penco (editor) La svolta linguistica McGraw Hill, 2002.
17. "Filosofia del linguaggio" in F. D''agostini - N.Vassallo (editors) Storia della filosofia analitica, Einaudi, Torino, 2002.
18. "Local Holism" in V. Akman, P. Bouquet, R. Thomason, R.A. Young (eds.) Modeling and Using Context - Proceedings of the Third International and Interdisciplinary Conference on Modeling and Using Context (CONTEXT''01) , [Lecture Notes in AI Volume 2116] Springer Verlag, July 2001 (pp.290-303)
19. " Three alternatives on contexts" in D. Marconi (editor) Knowledge and Meaning. Topics in Analytic Philosophy edizioni Mercurio, Vercelli , 2000 (pp.113-130).
20. "Modelli e esperimenti in psicologia", in P. Cherubini, P. Giaretta E A. Mazzocco (a cura di), Ragionamento: psicologia e logica, Giunti, Firenze 2000.
21. " La verità nella filosofia analitica" in M. Marsonet, Il concetto di verità nel pensiero occidentale il melangolo, Genova, 2000 (111_130).



6) VASSALLO NICLA
Qualifica : RICERCATORE
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/02
Sede : Genova
Pubblicazioni : (2002), Conoscenza e natura, De Ferrari Editore, Genova.
(2003), Teoria della conoscenza, Laterza, Roma-Bari.
(2001), Identità personale. Un dibattito aperto, curato con A. Bottani, Loffredo Editore, Napoli.
(2002), Storia della filosofia analitica, curato con F. D'Agostini, Einaudi, Torino.
(2003), La filosofia di Gottlob Frege, Franco Angeli, Milano.
(2003), Filosofie delle scienze, Einaudi, Torino.
(2005), Filosofia della comunicazione, curato con Bianchi C., Laterza, Roma-Bari.
(2000), "Psychologism in Logic: Some Similarities between Boole and Frege", in Gasser J. (ed.), A Boole Anthology. Recent and Classical Studies in the Logic of George Boole, Kluwer Academic Publishers, Dordrecht, pp. 311-325.
(2001), "Contexts and Philosophical Problems of Knowledge", in Akman V., Bouquet P., Thomason R., Young R. (eds.), Modeling and Using Context, Springer-Verlag, Berlin, pp. 353-366.
(2003), "On the virtues and plausibility of feminist epistemologies", with Garavaso P., Epistemologia, Rivista italiana di Filosofia della Scienza, XXVI, pp. 99-131.
(2005), "Epistemological Contextualism: A Semantic Perspective", with Bianchi C., in Dey A. et al. (eds.), Context 2005, Springer-Verlag, Berlin, pp. 41-54
(2000) "Il punto sul naturalismo filosofico", Nuova Secondaria, 6, 15 febbraio, anno XVII, pp. 63-66.
(2000), "Epistemologie femministe", Nuova Secondaria, 7, 17 marzo, anno XVII, pp. 70-74.
(2000), "Fatti e valori in epistemologia", Epistemologia, Rivista italiana di Filosofia della Scienza, XXIII, pp. 99-118.
(2000), "Epistemologie naturalizzate", Iride, Filosofia e discussione pubblica, XIII, pp. 259-278.
(2000), "Epistemologie femministe e naturalizzazione", Epistemologia, Rivista italiana di Filosofia della Scienza, XXIII, pp. 323-347.
(2000), "Il pensare fregeano e la nostra condizione epistemica", Filosofia, LI, pp. 211-236.
(2001), "Gottlob Frege sul pensare", in Fano V., Tarozzi G., Stanzione M. (a cura di), Prospettive della logica e della filosofia della scienza. Atti del convegno triennale Silfs 99, Rubbettino Editore, Catanzaro, pp. 89-103.
(2001), "Teoria della conoscenza: tradizionalismo e femminismo", in Marsonet M. (a cura di), Donne e filosofia, Erga, Genova, pp. 234-253.
(2001), "Introduzione" con A. Bottani a Identità personale. Un dibattito aperto, in Bottani A. e Vassallo N. (a cura di), Identità personale. Un dibattito aperto, Loffredo Editore, Napoli, pp. 11-20.
(2001), "Persona e identità", Kos, Rivista di medicina, cultura e scienza, 188, maggio, pp. 22-27.
(2001), "Il contestualismo epistemologico", Filosofia, LII, pp. 61-88
(2002), "Apparenza e realtà", Nuova Secondaria, 6, 15 febbraio, XIX, pp. 75-79.
(2002), "Introduzione", con D' Agostini F., a Storia della filosofia analitica, Einaudi, Torino, pp. vii-xiv.
(2002), "Epistemologia", in D'Agostini F. e Vassallo N. (a cura di), Storia della filosofia analitica, Einaudi, Torino, pp. 250-274.
(2002), "Scetticismo e alternative rilevanti", Epistemologia, Rivista italiana di Filosofia della Scienza, XXV, pp. 85-106.
(2002), "La giustificazione epistemica", Nuova Secondaria, 9, 15 maggio, XIX, pp. 87-90.
(2002), "Problemi dell'evidenza", Oltrecorrente, 5, pp. 89-103.
(2002), "Epistemologie contestualiste", in Penco C. (a cura di), La svolta contestuale, McGraw Hill, Milano, pp. 121-143.
(2002), "Significato, giustificazione e scienze cognitive", Sistemi Intelligenti, XIV, pp. 481-504.
(2003), "Epistemologia fregeana", in Vassallo N. (a cura di), La filosofia di Gottlob Frege, FrancoAngeli, Milano, pp. 211-229.
(2003), "Teoria della conoscenza", Swif, Linee di Ricerca, pubblicazione elettronica, http://www.swif.it/biblioteca/lr/vassallo-1.0pdf.
(2003), "La natura della conoscenza e le sue relazioni con la nozione di significato", in Bianchi C. e Bottani A. (a cura di), Significato e ontologia, FrancoAngeli, Milano, pp. 250-265.
(2003), "Scienza e conoscenza", Kos, Rivista di medicina, cultura e scienza, 217, ottobre, pp. 34-37.
(2004), "A ciascuna la sua", Sapere, 70, 1(1030), pp. 6-12
(2004), "Conro la presunta morte dell'epistemologia", aut, aut, 319-320, gennaio-aprile, pp. 217-232.
(2004), "Quale epistemologia in Matrix?", in Cappuccio M.L. (a cura di), Dentro la matrice. Filosofia, scienza e spiritualità in Matrix, AlboVersorio, Milano, pp. 37-54.
(2004), "Gottlob Frege: un'epistemologia tra logica e psicologia", Rivista di Filosofia Neo-Scolastica, XCVI, 2-3, pp. 333-355.
(2004), "Quale gap? Riflessioni sul rapporto tra cultura epistemologica e cultura scientifica", in Olcese G. (a cura di), Cultura scientifica e cultura umanistica: contrasto o integrazione?, Edizioni San Marco dei Giustiniani, Genova, pp. 65-80
(2004), "La scienza o le scienze?", Kos, Rivista di medicina, cultura e scienza, 229, ottobre, pp. 24-29.
(2005), "Conoscere attraverso parole: epistemologia", in Bianchi C. e Vassallo N. (a cura di), Filosofia della comunicazione, Laterza, Roma-Bari, pp. 134-154.

7) CUNICO GERARDO
Qualifica : PROFESSORE ASSOCIATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Il millennio del filosofo: chiliasmo e teleologia morale in Kant, ETS, Pisa 2001, pp. 224.
(2) Messianismo, religione e ateismo nella filosofia del Novecento, Milella, Lecce 2001, pp. 341.
(3) E. Bloch, Logos der Materie. Eine Logik im Werden. Aus dem Nachlass 1923-1949, a cura di G. Cunico, Suhrkamp, Frankfurt a.M. 2000, 679 pp. (testo critico, commento filologico ed esplicativo, nota introduttiva).
(3a) Kommentar, in E. Bloch, Logos der Materie. Eine Logik im Werden. Aus dem Nachlass 1923-1949, a cura di G. Cunico, Suhrkamp, Frankfurt a.M. 2000, pp. 449-679.
(3b) Logik utopischen Denkens und Seins. Nachwort des Herausgebers, in E. Bloch, Logos der Materie. Eine Logik im Werden. Aus dem Nachlass 1923-1949, a cura di G. Cunico, Suhrkamp, Frankfurt a.M. 2000 pp. 451-467.
(4) I. Kant, Guerra e pace: politica, religiosa, filosofica. Scritti editi e inediti (1775-1798), a cura di G. Cunico, Diabasis, Reggio Emilia 2004. (4a) Introduzione: Pace, guerra e conflitto in Kant, in I. Kant, Guerra e pace: politica, religiosa, filosofica. Scritti editi e inediti (1775-1798), a cura di G. Cunico, Diabasis, Reggio Emilia 2004, pp. 9-34.
(5) Hans Küng, L'intellettuale nell'Islam, a cura di G. Cunico, Diabasis, Reggio Emilia 2005.
(5a) Postfazione: Hans Küng e l'Islam, in H. Küng, L'intellettuale nell'Islam, a cura di G. Cunico, Diabasis, Reggio Emilia 2005, pp. 57-69.
(6) F. Camera, G. Cunico (a cura di), Messianismo. Ebraismo Cristianesimo Filosofia, in "Humanitas", 60 (2005), n. 1-2, pp. 5-377.
(6a) Ripensare il messianismo. Introduzione, in F. Camera, G. Cunico (a cura di), Messianismo. Ebraismo Cristianesimo Filosofia, in “Humanitas”, 60 (2005), n. 1-2, pp. 5-27.
(6b) Il messianismo polacco. Hoene Wronski, Mickiewicz, Cieszkowski, in F. Camera, G. Cunico (a cura di), Messianismo. Ebraismo Cristianesimo Filosofia, in “Humanitas”, 60 (2005), n. 1-2, pp. 200-220.
(7) Logos der Materie, in "VorSchein" (Nürnberg), nr. 20/21, 2001, pp. 47-61.
(8) Morale e teleologia in Kant, in AA.VV., Prospettive della morale kantiana, a cura di D. Venturelli, Impressioni Grafiche, Acqui Terme 2001, pp. 169-215.
(9) Comunità etico-religiosa e chiliasmo teologico in Kant, in AA.VV., Immanuel Kant. Filosofia e religione, a cura di D. Venturelli e A. Pirni, Impressioni Grafiche, Acqui Terme 2003, pp. 187-234.
(10) Logica utopica: Logos der Materie tra sistema e narrazione, in AA.VV., Ereditare e sperare. Un confronto con il pensiero di Ernst Bloch, a cura di P. Cipolletta, Mimesis, Milano 2003, pp. 55-70.
(11) L’ontologia del desiderio in Ernst Bloch, in C. Ciancio (a cura di), Metafisica del desiderio, Vita e Pensiero, Milano 2003, pp. 259-283.
(12) Bloch e Moltmann. Utopia e speranza, in L. Alici – R. Piccolomini – A. Pieretti (a cura di), Agostino nella filosofia del Novecento, vol. 4, Storia e politica, Città Nuova, Roma 2004, pp. 153-181.
(13) Eterno, Augenblick e futuro. Esperienza di eternità e apriori dell'eterno, in "Per la filosofia", 21 (2004), n. 60, pp. 95-102. (14) Il mondo utopico di Ernst Bloch, in AA.VV., Forme di mondo, a cura di V. Melchiorre, Vita e Pensiero, Milano 2004, pp. 305-333.
(15) Irresponsabilità o responsabilità dell'utopia?, in AA.VV., La responsabilità del pensare. Scritti in onore di M. Signore, a cura di L. Tundo Ferente, Liguori, Napoli 2004, pp. 197-212.

8) LA ROCCA CLAUDIO
Qualifica : PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : 1. How are synthetic a priori judgments possible? The conditions and process of empirical knowledge in Kant, «Quaestio», 4, 2005, pp. 111-139.
2. La revista "Studi kantiani", «Endoxa», Series Filosóficas N° 18, 2004, pp. 525-527.
3. Was Aufklärung sein wird. Zur Diskussion um die Aktualität eines Kantischen Konzepts, «Deutsche Zeitschrift für Philosophie», 52. Jahrgang, Heft 3, 2004, pp. 347-360.
4. Was Aufklärung sein wird. Zur Diskussion um die Aktualität eines Kantischen Konzepts, in Recht - Geschichte - Religion. Die Bedeutung Kants für die Gegenwart, Internationales Symposium der Österreichischen Akademie der Wissenschaften anläßlich des 200. Todestages von Immanuel Kant, Wien, 4.-6. März 2004, hg.v. Herta Nagl-Docekal u. R. Langthaler, Akademie-Verlag, Berlin, 2004, pp.123-138.
5. Soggetto e mondo. Studi su Kant, Marsilio, Venezia 2003
6. Introducción a I. Kant, La polémica sobre la Crítica de la razón pura, Edición y traducción de Mario Caimi, A. Machado Libros, Madrid 2002, pp. 9-72.
7. Come sono possibili i giudizi sintetici a posteriori? Condizioni e processo della conoscenza empirica in Kant, in AA. VV., Scienza e conoscenza secondo Kant, a cura di A. Moretto, Il Poligrafo, Padova, 2004, pp. 101-134.
8. L'esperienza e il suo sfondo. Intorno a McDowell, in R. Lanfredini (a cura di), Forma e contenuto. Temi di teoria della conoscenza, filosofia della mente, filosofia della storia e teoria della razionalità, Milano, Led Edizioni, 2002, pp. 183-210.
9. Vorläufige Urteile und Urteilskraft. Zur heuristischen Logik des Erkenntnisprozesses, in Kant und die Berliner Aufklärung. Akten des 9. Internationalen Kant-Kongresses 26. bis 31. März 2000 in Berlin, hg. von V. Gerhardt, R. Horstmann u. R. Schumacher, de Gruyter Berlin 2001, pp. 351-361.
10. Chi è lo Zarathustra di Kant? Filosofia trascendentale e saggezza tra la Critica della ragion pura e l’Opus postumum, in Kant e l’Opus postumum, a cura di S. Marcucci, Istituti Poligrafici Internazionali, Pisa-Roma 2001, pp. 35-62.
11. Giudizi provvisori. Sulla logica euristica del processo conoscitivo in Kant, in Materiali per un lessico della ragione, a cura di M. Barale, ETS, Pisa 2001, pp. 287-332.
12. Le lezioni di Kant sull’antropologia, «Studi kantiani», XIII, 2000, pp. 103-117.

9) CAMERA FRANCESCO
Qualifica : RIC. UNIV. CONFERMATO TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) F. Camera, L’ermeneutica tra Heidegger e Levinas, Morcelliana, Brescia 2001 (pp. 272).
(2) Id., Paul Celan. Poesia e religione, il melangolo, Genova 2003 (pp. 206).
(3) E. Levinas, Il messianismo, traduzione, introduzione e note a cura di F. Camera, Morcelliana, Brescia 2002 (pp. 146).
(4) F. Camera, Ermeneutica e filosofia trascendentale, Tilgher, Genova 2003 (pp. 210).
(5) Id., Alterità del testo ed esperienza ermeneutica in H.-G. Gadamer, in D. Venturelli (a cura di), Ermeneutica e destinazione religiosa, il melangolo, Genova 2001, pp. 177-204.
(6) Id., Responsabilità etica e testimonianza messianica in Emmanuel Levinas, in D. Venturelli (a cura di), Religioni, etica mondiale, destinazione dell’uomo, il melangolo, Genova 2002, pp. 197-232.
(7) Id., Ermeneutica e libertà religiosa in Kant, in D. Venturelli, A. Pirni (a cura di), Immanuel Kant. Filosofia e religione, Impressioni grafiche editrice, Acqui T. 2003, pp. 129-185.
(8) Id., La critica della ragione idealista in Rosenzweig e Levinas, in “Idee. Rivista di filosofia”, XVII (2003), n. 52-53, pp. 69-89.
(9) Id., La necessità del circolo come possibilità del pensiero, in “Teoria”, XXIII (2003), n. 1, pp. 25-39.
(10) Id., Levinas e la tradizione del commento, in “Nuova corrente”, 50 (2003), n. 132, pp. 405-426.
(11) Id., Heidegger tra fenomenologia ed ermeneutica, in “La società degli individui”, V (2003), n. 15, pp. 49-65.
(12) Id., Il confronto di Heidegger con l’ontologia schellinghiana, in “Giornale di Metafisica”, n.s. XXVI (2004), pp. 91-128.
(13) Id., Kant e l’Illuminismo, in “Quaderni del Tempietto”, 2004, n. 12, pp. 143-157.
(14) Id., Sui molteplici significati di “hermeneia” in Platone, in A. Campodonico (a cura di), Verità nel tempo. Studi in onore di Luca Obertello, il melangolo, Genova 2004, pp. 9-25.
(15) Id., “Dichten und Deuten”. Gadamer lettore di Celan, in: “Estetica”, 2004, n. 2, pp. 43-57.
(16) Id., Utopia ed etica nel pensiero di Emmanuel Levinas, in: “Fenomenologia e Società”, XXVII (2004), n. 3, pp. 3-26.
(17) F. Camera, I “giorni del Messia” in Buber e Levinas, in F. Camera, G. Cunico (a cura di), Messianismo e filosofia, in: “Humanitas”, 60 (2005), n. 1, pp. 328-359.


10) BARONCELLI FLAVIO
Qualifica : PROF. ORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/03
Sede : Genova
Pubblicazioni : * Razzismo e correttezza politica: la riscossa della natura, in I confini della globalizzazione, a cura di Sandro Mezzadra e Agostino Petrillo, Manifestolibri, Roma, 2000, pp. 183- 212.
* Il colore degli schiavi, in L''identità, il multiculturalismo, i diritti umani, a cura di Cesare Pitto, Atti della IX Cattedra "Antonio Guarasci, Fondazione "Antonio Guarasci", Cosenza, 2000, pp. 207- 238.
* L''architetto tra etica ed estetica. Dall''ordine scomposto di Daniello batoli agli iperluoghi contemporanei, in La geografia dei saperi, a cura di Domenico Ferraro e Gianna Gigliotti, Le Lettere, Firenze, 2000, pp. 469-489.
* La verità nella tradizione empirista, in Il concetto di verità nel pensiero occidentale, a cura di Michele Marsonet, Il Melangolo, Genova, 2000, pp. 45-60.
* Liberalismo e multiculturalismo, in Liberalismo e società giusta, a cura di Michele Marsonet, Name, Genova, 2001, pp. 47-60, e in "Atti della accademia ligure di scienze e lettere, Accademia di scienze e lettere, Genova, VI, III, 2000, pp. 349-362.
* Multiculturalismo e femminismo, in Donne e filosofia, a cura di Michele Marsonet, Erga, Genova, 2000, pp. 160-171.
* Il chiliagono della politica mondiale e la povertà della nostra immaginazione, in "Ragion pratica", 16 2001, pp.135-138.
* (con Walter Lapini), Ipparchia di Maronea, in "Maia", LIII, 2001, pp.635-642
* La tolleranza dell''errore e del disvalore, in Tolleranza e libertà, a cura di Vittorio Dini, Eleuthera, Milano, 2001, pp. 257-276.
* Le quattro indegnità dei liberali irresoluti, in "Teoria Politica", XVII, 3, 2001, pp. 23-47.
* Ragioni indipendenti dal contenuto, Politeia, XVIII, 69, 2002.
* Immigration: What Does Global Citizenship Require?, in N. Dower, J. Williams (a cura di), Global Citizenship, Edinburgh University Press, 2002.



11) COFRANCESCO DINO
Qualifica : PROF. ORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: SPS/02
Sede : Genova
Pubblicazioni : * Un azionismo liberale non è mai esistito , "Mondo Operaio", Marzo“Aprile 2003, pp. 114“121
* I nuovi Stati Uniti“La democrazia che crede -Le radici teoriche. La religione civile che segnò lÍorigine della separazione dallÍEuropa. LÍinizio della libertà, "FondazioneLIBERAL", N.19 agosto--settembre 2003 pp.16-21
* La democrazia liberale (e le altre), Ed. Rubbettino, Soveria Mandelli 2003
* Berlusconi è democratico o liberale?, ëPalomarí 2/2002, pp. 16-34
* Sicuri che non ci sia niente da conservare?, ëLiberalí n.10 Febbraio--Marzo 2002 pp. 55-59
* Indietro non si torna, ëLiberalí n.13 Agosto--Settembre 2002, pp.88-93
* Di Bobbio ce ne sono due e quello liberale è (forse) il meno noto in ëResetí Novembre--Dicembre 2002. N.74. Fascicolo speciale su Il pensiero di Norberto Bobbioí ,pp.34-38 ripubbl. col titolo Il diritto di criticarlo in AA.VV., Bobbio ad uso di amici e nemici, a cura della redazione di Reset e di Corrado Ocone. Con Postfazione di Giuliano Amato, Ed. Marsilio 2003* pp. 78-87
# Il lato oscuro del ''gramsciazionismo .La vocazione illiberale degli intellettuali impegnati sul fasc. 1 (gennaio-febbraio 2000), ''Nuova Storia Contemporanea'' a. IV, pp. 135-40
# La crisi dello stato nazionale e il futuro della democrazia, ''Nuova Storia Contemporanea'' a. IV, n. 3, maggio-giugno 2000, pp. 13-22 tr. ingl. When People do not Share the Same Languagge, Anymore in Toscano Mario A.-Parrillo Vincent N., eds, Millennium Haze. Comparative Inquires about Society, State and Community, Ed. Angeli, Milano 2000.
# Pubblico e privato nell''ideologia italiana in Dario Fertilio, a cura di, Il fantasma della libertà, Rubbettino, Soveria Mannelli 2000, pp. 219-229
# Per una democrazia senza intellettuali, ''Fidelitas'' a. I, n. 1, giugno 2000, pp. 5-7
# Fatti nostri e fatti loro, ''Federalismo & Libertà''. A.VII, nn.3-4 (maggio--agosto) 2000, pp. 277-288
# Liberalismo e società contemporanea in ''Atti dell''Accademia Ligure di Scienze e Lettere''. Serie VI. Volume III-2000, Genova 2001 poi in Michele Marsonet, a cura di, Liberalismo e società giusta, Name, Genova 2001
# Democrazia e liberalismo. Modelli a confronto in Manuela Cereta, La storia del pensiero politico come formazione permanente, Ed. Angeli, Milano 2001
# Democrazia in AA. VV., L''eredità del Novecento. Vol. I., Roma, Istituto Italiano per l''Enciclopedia 2001
# La riscoperta delle radici e i dilemmi della democrazia. Modernità, multiculturalismo e secolarizzazione in Annibale Salsa, a cura di, Radici dell''uomo. Io singolo, io sociale oggi, Ed. Bastogi , Foggia 2001, pp. 11-25
# Sul gramsciazionismo e dintorni, Ed. Marco, Lungro di Cosenza 2001

12) OTTONELLI VALERIA
Qualifica : RICERCATORE UNIVERSITARIO
Settore scientifico-disciplinare: SPS/01
Sede : Genova
Pubblicazioni : # Recensione a Ian Carter, A Measure of Freedom, "Il Politico", anno LXV, luglio-settembre 2000, pp. 457-59.
# Riflessioni sulla concezione "empirica" della libertà, "Teoria politica", XVII, 1, 2001, pp. 137-152.
# Libertarismo e femminismo, in M. Marsonet, Donne e filosofia, Genova, Erga, 2001, pp. 172-88.
# La "giustizia sociale" fra economia e filosofia, in "Atti dell''Accademia Ligure di Scienze e Lettere", serie VI, vol. III, 2000, pp. 363-86 ora anche in M. Marsonet (a cura di), Liberalismo e societý giusta, Genova, Name, 2001, pp. 61-83.
* Ragioni indipendenti dal contenuto, Politeia, XVIII, 69, 2002.
* Immigration: What Does Global Citizenship Require?, in N. Dower, J. Williams (a cura di), Global Citizenship, Edinburgh University Press, 2002.



13) BENZI MARGHERITA
Qualifica : PROFESSORE A CONTRATTO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/05
Sede : Milano
Pubblicazioni : 2003 BENZI M. Scoprire le cause. Reti causali, contesti, probabilit?. Angeli, Milano 2003.
2000 BENZI M. Eppur ragiona", in Cherubini, P. Giaretta, P. Mazzocco, A; (eds.) Ragionamento: psicologia e logica . Giunti, Firenze, 2000, 171-176.
2000 BENZI M. "Alcune critiche all'epistemologia femminista", in Marsonet M (ed.), Atti del Convegno "Donne e filosofia", Erga, Genova 2000, 254-268.
2002 BENZI M. "Il problema logico delle fallacie", in. G. Mucciarelli e G. Celani (a cura di), Quando il pensiero sbaglia. La fallacia tra psicologia e scienza, UTET-Libreria, Torino 2002, pp. 62 - 95 e 182 - 185. [vedi il file .pdf]
2002 BENZI M. "Cause e contesti", in C. Penco (a cura di), La svolta contestuale, McGraw-Hill, Milano 2002, pp. 99 - 120.
2002 BENZI.M. discussione di: Marzetti Dall'Aste Brandolini, S. and Scazzieri, R. (eds.) La probabilita' in Keynes. Premesse e influenze. CLUEB, Bologna 1999, Epistemologia, 25 (2002), pp. 163 - 166.
2003 BENZI M. "Review of M. C. Galavotti, P. Suppes, D. Costantini (eds.) Stochatic Causality. CSLI Publications, Stanford 2001", History and Philosophy of Logic, 24 (2003), pp. 174-177
2003 BENZI M., “Il ‘Critical Thinking’: 1. Lo statuto epistemologico”, Nuova Secondaria, 3 (2002), pp. 86 -89.
2003 BENZI M. “Il “Critical Thinking”: 2. Insegnare ad argomentare”, Nuova Secondaria, 5 (2003), pp. 81 - 84.
*** Direzione della rivista elettronica: Networks: a journal of philosophy of artificial intelligence and cognitive sciences: http://www.swif.uniba.it/lei/ai/

14) MALUSA LUCIANO
Qualifica : PROF. ORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/06
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Alcune considerazioni sulle polemiche antigesuitiche di Gioberti, in Giornata giobertiana, a cura di G. Riconda e G. Cuozzo (Torino 20 novembre 1998), Torino 2000, pp. 37-68. (2) Il pensiero politico di Rosmini al vaglio della “Civiltà Cattolica”, “Rivista di storia della filosofia”, LV, 2000, pp. 27-58. (3) Antonio Rosmini ed i suoi corrispondenti dopo il 1849, in Gli epistolari dei filosofi italiani (1850-1950), a cura di G. Giordano, Rubbettino, Soveria Mannelli 2000, pp. 27-69. (4) La Costituente del Regno dell’Alta Italia nella prospettiva di Antonio Rosmini, in “La primavera liberale” nella terraferma veneta. 1848-1849, a cura di A. Lazzaretto Zanolo, Marsilio, Venezia 2000, pp. 81-111. (5) Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, “Rivista di storia della filosofia”, LV, 2000, pp. 295-300. (6) Verità e ontologismo da Malebranche a Gioberti, in Il concetto di verità nel pensiero occidentale, Il Melangolo, Genova 2000, pp. 61-82. (7) Rosmini e Roma, Atti del Simposio internazionale di studi filosofici e storici in onore di Antonio Rosmini, Roma, 26-29 novembre 1998, sezione storica, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, Centro internazionale di studi rosminiani-Fondazione Capograssi, Stresa-Roma 2000 (pp. 492). (8) Premessa a Rosmini e Roma, Atti del Simposio internazionale di studi filosofici e storici in onore di Antonio Rosmini, Roma, 26-29 novembre 1998, sezione storica, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, cit., pp. 5-16. (9) Rosmini come “protagonista” del Risorgimento, in Rosmini e Roma, cit., pp. 263-286. Cosa ci può insegnare la “sfortuna” ottocentesca delle “Cinque piaghe” di Rosmini, “Studia patavina”, XLVIII, 2001, pp. 189-200. (10) Commemorazione di Maria Adelaide Raschini, “Rivista rosminiana”, XCV, 2001, pp. 55-69. (11) Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, Brigati, Genova 2001 (pp. 216). (12) Prefazione a: Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, cit., pp. 5-7. (13) Alcune considerazioni sulle polemiche antigesuitiche di Gioberti, in Giornata giobertiana, a cura di G. Riconda e G. Cuozzo (Torino 20 novembre 1998), Torino 2000, pp. 37-68. (14) Il pensiero politico di Rosmini al vaglio della “Civiltà Cattolica”, “Rivista di storia della filosofia”, LV, 2000, pp. 27-58. (15) Antonio Rosmini ed i suoi corrispondenti dopo il 1849, in Gli epistolari dei filosofi italiani (1850-1950), a cura di G. Giordano, Rubbettino, Soveria Mannelli 2000, pp. 27-69. (16) La Costituente del Regno dell’Alta Italia nella prospettiva di Antonio Rosmini, in “La primavera liberale” nella terraferma veneta. 1848-1849, a cura di A. Lazzaretto Zanolo, Marsilio, Venezia 2000, pp. 81-111. (17) Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, “Rivista di storia della filosofia”, LV, 2000, pp. 295-300. (18) Verità e ontologismo da Malebranche a Gioberti, in Il concetto di verità nel pensiero occidentale, Il Melangolo, Genova 2000, pp. 61-82. (19) Rosmini e Roma, Atti del Simposio internazionale di studi filosofici e storici in onore di Antonio Rosmini, Roma, 26-29 novembre 1998, sezione storica, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, Centro internazionale di studi rosminiani-Fondazione Capograssi, Stresa-Roma 2000 (pp. 492). (20) Premessa a Rosmini e Roma, Atti del Simposio internazionale di studi filosofici e storici in onore di Antonio Rosmini, Roma, 26-29 novembre 1998, sezione storica, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, cit., pp. 5-16. (20a) Rosmini come “protagonista” del Risorgimento, in Rosmini e Roma, cit., pp. 263-286. (21) Cosa ci può insegnare la “sfortuna” ottocentesca delle “Cinque piaghe” di Rosmini, “Studia patavina”, XLVIII, 2001, pp. 189-200. (22) Commemorazione di Maria Adelaide Raschini, “Rivista rosminiana”, XCV, 2001, pp. 55-69. Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, Brigati, Genova 2001 (pp. 216). (23) Prefazione a: Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, cit., pp. 5-7. Introduzione. Per una comprensione delle difficoltà del dialogo tra Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento, in Chiesa e pensiero cristiano nell’Ottocento: un dialogo difficile, cit., pp. 11-39. (24) L’insegnamento della filosofia tomista nella Chiesa cattolica tra Ottocento e Novecento, in Tomismo ieri e oggi, Contributi al XLV Convegno per Ricercatori universitari di discipline filosofiche, Padova, 11-13 settembre 2000, Euganea, Padova 2001, pp. 27-83. (25) Presentazione del “nuovo” «Bollettino», «Bollettino della Società filosofica italiana», n. 175, 2002, pp. 3-5. (26) L’insegnamento della filosofia tomista in Roma sotto il pontificato di Leone XIII, in La comunità cristiana di Roma, vol. III: La sua vita e la sua cultura tra età moderna ed età contemporanea, Libreria editrice vaticana, Città del Vaticano 2002, pp. 315-352. (27) Le “avanguardie” della storiografia filosofica in Italia: la nascita della storia della storiografia filosofica, in Le avanguardie della filosofia italiana nel XX secolo, a cura di P. Di Giovanni, Franco Angeli, Milano 2002, pp. 149-166. (28) Il preteso ontologismo di Bonaventura alla luce delle interpretazioni neo-tomistiche, «Doctor Seraphicus», XLIX, 2002, pp. 93-121. (29) La «Nota» della Congregazione per la Dottrina della Fede e gli studi rosminiani, «Rivista rosminiana», XCVI, 2002, pp. 371-397. (30) Visione mistica e visione intellettuale in Dio. Riflessioni sull’ontologismo nel secolo XIX, in Il linguaggio della mistica, Atti dell’incontro di studi filosofici, Cortona, 6-7 ottobre 2001, Accademia etrusca, Cortona 2002, pp. 71-99. (31) La “natura” della filosofia italiana. Note in margine alla storia della filosofia italiana di Baldassarre Poli, in Filosofia, scienza, cultura. Studi in onore di Corrado Dollo, a cura di G. Bentivegna, S. Burgio, G. Magnano San Lio, Rubbettino, Soveria Mannelli 2002, pp. 453-495. (32) Uno sguardo sulle tendenze attuali riguardo alla didattica della filosofia, «Bollettino della Società filosofica italiana», n. 176, n.s., 2002, pp. 43-54. (33) Reti dinastiche in Germania e in Italia nell’Ottocento e federalismo oggi, in Quale anima per l’Europa Unita. Atti del Convegno di Santa Maria La Vite-Olginate/Lecco, 1-3 settembre 2001, Edizioni CEISLO, Genova 2002, pp.119-143. (34) Rec. a P. Marangon, Il risorgimento della Chiesa. Genesi e ricezione delle “Cinque piaghe” di A. Rosmini, Herder, Roma 2000, “Rivista di storia e letteratura religiosa”, XXXVIII, 2002, pp. 569-575. (35) Una garanzia per le libertà: il tribunale politico di Antonio Rosmini, in Europa cristiana e democrazie liberali, a cura di A. Salvatori, Sodalitas, Stresa 2002, pp. 101-153. (36) La storiografia filosofica italiana dell’Ottocento nelle sue relazioni con la storiografia europea, “Rivista di storia della filosofia”, LVIII, 2003, pp. 285-321. (37) Introduzione alla Tavola rotonda: Ricerca e tecnologia nella formazione dell’insegnante di filosofia oggi: quale rapporto?, in La filosofia e le emozioni, Atti del XXXIV Congresso nazionale della Società filosofica italiana (Urbino, 26-29 aprile 2001), a cura di P. Venditti, Le Monnier, Firenze 2003, pp. 463-467. (38) Vincenzo Gioberti e le dimensioni “europee” dell’ontologismo nel secolo XIX, in Rosmini e Gioberti Pensatori europei, a cura di G. Beschin e L. Cristellon, Morcelliana, Brescia 2003, pp. 47-88. (39) L’hegelismo “ortodosso” nell’interpretazione di Giovanni Gentile, in Giovanni Gentile. La filosofia italiana tra idealismo e anti-idealismo (Atti del Convegno di studi – Palermo, 24-26 ottobre 2002), a cura di P. Di Giovanni, Franco Angeli, Milano 2003, pp. 183-210. (40) Cristianesimo, nazione e democrazia in Italia nei secoli XIX e XX, “Rivista di storia della filosofia”, LVIII, 2003, pp. 719-722. (41) Ricordo di Giovanni Santinello. Il mio maestro di studi filosofici, “ Bollettino della Società Filosofica Italiana”, n.s, n. 180, 2003, pp. 104-108. (42) Rec. di M. Angeleri, Rosminianesimo a Milano. Il caso di Padre Gazzola (1885-1891), Pref. di G. Scalese, NED, Milano 2001, «Cristianesimo nella storia», XXIV, 2003, pp. 414-418. (43) Carteggio Alessandro Manzoni – Antonio Rosmini (Edizione Nazionale ed Europea delle Opere di Alessandro Manzoni, vol. 28), Premessa di G. Rumi, a cura di L. Malusa – P. De Lucia, Centro Nazionale Studi Manzoniani, Milano 2003, pp. CLXXVI-242 (con 1 illustr. nel testo, e 14 f. t.). (44) Il contributo della Compagnia di Gesù allo sviluppo della cultura italiana (secoli XIX-XX), “Rivista di storia della chiesa in Italia”, LVII, 2003, pp. 478-486. (45) La storiografia filosofica in Italia nella prima metà dell’Ottocento, in Storia delle storie generali della filosofia, a cura di G. Santinello e G. Piaia, vol. 4/II: La storiografia filosofica nell’area neolatina, danubiana e russa, Editrice Antenore, Roma-Padova 2004, pp. 203-386. (46) Identità nazionale e istanze metodiche nella storiografia filosofica dell’Italia post-unitaria, in Storia delle storie generali della filosofia, a cura di G. Santinello e G. Piaia, vol. 5: Il secondo Ottocento, Editrice Antenore, Roma-Padova 2004, pp. 565-624. (47) Filosofi italiani allo specchio [Autopresentazione], “ Bollettino della Società Filosofica Italiana”, n.s, n. 181, 2004, pp. 26-30. (48) Leone XIII, il Santo Uffizio e la questione rosminiana, in La filosofia cristiana tra Ottocento e Novecento e il magistero di Leone XIII (Atti del Convegno – Perugia, 29 maggio - 1° giugno 2003), Curia Arcivescovile, Perugia 2004, pp. 225-255. (49) Fattore religioso e identità nazionale nel Risorgimento, in Fattore religioso, ordinamenti e identità nazionale nell’Italia che cambia, a cura di G.B. Varnier, Accademia Ligure di Scienze e Lettere, Genova 2004, pp. 51-81. (50) Spunti sul tema dello sviluppo del dogma nelle considerazioni di Vincenzo Gioberti, in Verità nel tempo. Cristianesimo e contemporaneità. Studi in onore di Luca Obertello, a cura di A. Campodonico, Il Melangolo, Genova 2004. pp. 223-254. (51) Il senso della storia nella coscienza dei giovani, in “ Filosofia Oggi”, XXVII, 2004, pp. 201-216. (52) Die Auseinandersetzungen um das rosminische Denken, “Münchener Theologische Zeitschrift”, LVI, 2005, pp. 9-22 (trad. dall’italiano di M. Krienke). (53) Cristianesimo e modernità nel pensiero di Vincenzo Gioberti. Il “Gesuita Moderno” al vaglio delle congregazioni romane (1848-1852). Da documenti inediti, FrancoAngeli, Milano 2005 (in collaborazione con Letterio Mauro: appartengono a Malusa le pp. 121-250). (54) Il federalismo alla prova (Rosmini, Manzoni), in Storia e percorsi del federalismo. L’eredità di Carlo Cattaneo, a cura di D. Preda e C. Rognoni Vercelli, t. I, Il Mulino, Bologna 2005, pp. 193-216. (55) Prefazione a P. De Lucia, L’istanza metempirica del filosofare. Metafisica e religione nel pensiero degli hegeliani d’Italia, Brigati, Genova 2005, pp. 11-14. (56) Ernesto Buonaiuti e l’idealismo di Croce e Gentile, in Idealismo e anti-idealismo nella filosofia italiana del Novecento, a cura di Piero Di Giovanni, FrancoAngeli, Milano 2005, pp. 173-204.

15) MAURO LETTERIO
Qualifica : PROFESSORE ASSOCIATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/06
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) La verità nel pensiero medievale, in Il concetto di verità nel pensiero occidentale, a cura di M. Marsonet, Il Melangolo, Genova 2000, pp. 23-43.
(2) La musica nel pensiero medievale, a cura di L. Mauro, Longo, Ravenna 2001.
(3) La musica nel commenti ai "Problemi": Pietro d'Abano e Évrart de Conty, in La musica nel pensiero medievale, a cura di L. Mauro, Longo, Ravenna 2001, pp. 31-69.
(4) Introduzione e cura di W. Weischedel, Il linguaggio del silenzio. Sulla dialettica di parola e silenzio, in Ermeneutica e destinazione religiosa, a cura di D. Venturelli, il melangolo, Genova 2001, pp. 31-54.
(5) Le procedure delle condanne ottocentesche di autori cristiani: riflessioni sull'applicazione della Sollicita ac provida, in Chiesa e pensiero cristiano nell'Ottocento: un dialogo difficile, a cura di L. Malusa e P. De Lucia, Brigati, Genova 2001, pp. 73-82.
(6) Dialogare bene per agire bene. Note su dialettica e filosofia pratica in Aristotele, "Glaux", II, 2001, pp. 209-224.
(7) La concezione della felicità in Aristotele, in Atti della Accademia ligure di Scienze e Lettere, s. VI, vol. IV, 2001, pp. 119-139.
(8) Bonaventura nella storiografia filosofica italiana dell'Ottocento, "Doctor Seraphicus", 49, 2002, pp. 69-92.
(9) Bonaventura, Itinerario dell'anima a Dio, a cura di L. Mauro, Bompiani, Milano, 2002 (I edizione Bompiani, rist. ed. Rusconi, 1996).
(10) Musica e medicina nel Medioevo: il caso di Évrart de Conty, “Anthropos & Iatria”, 6, 2002, pp. 8-13.
(11) La mistica come forma umana di sapere: Bonaventura da Bagnoregio e Edith Stein, in Il linguaggio della mistica, Atti dell'incontro di studi filosofici (Cortona, 6-7 ottobre 2001), Accademia Etrusca, Cortona 2002, pp. 61-70.
(12) La condanna giobertiana del 1849 e i suoi antefatti, in Atti della Accademia ligure di Scienze e Lettere, s. VI, vol. V, 2002, pp. 307-325.
(13) La filosofia cristiana in Edith Stein, in La filosofia cristiana tra Ottocento e Novecento e il Magistero di Leone XIII, Atti del Convegno (Perugia, 29 maggio-1 giugno 2003), Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, Perugia 2004, pp. 133-146.
(14) Filosofia come sapienza: riflessioni sulla “Fides et ratio” alla luce di Bonaventura, “Italia francescana”, 78 (2004), pp. 11-28.
(15) Boezio in Francia tra XIV e XV secolo: musique mondaine, musique humaine, musique instrumental in Évrart de Conty (ca. 1330-1405), in Verità nel tempo. Platonismo, Cristianesimo e contemporaneità. Studi in onore di Luca Obertello, a cura di A. Campodonico, il melangolo, Genova 2004, 137-156.
(16) «Alla scuola dei Greci e dei moderni». Edith Stein interprete della storia del pensiero, in Edith Stein donna europea, Atti del Convegno internazionale (Genova, 16-17 aprile 2004), Quaderni del Tempietto n. 13, Genova 2004, 17-36.
(17) Il senso comune nel pensiero classico, in Valore e limiti del senso comune, a cura di E. Agazzi, FrancoAngeli, Milano 2004, pp. 101-120.
(18) Benedetto XIV e la censura ecclesiastica, in Prospero Lambertini. Pastore della sua città, pontefice della cristianità, a cura di A. Zanotti, Minerva Edizioni, Bologna 2004, pp. 171-192.
(19) L’interpretazione del pensiero patristico e medievale, in Il pensiero di Maria Teresa Antonelli, Atti del Convegno (Genova, 3 giugno 2004), “Filosofia oggi” 28 (2005), 73-81.
(20) L. Malusa-L. Mauro, Cristianesimo e modernità nel pensiero di Vincenzo Gioberti. Il Gesuita Moderno al vaglio delle Congregazioni romane (1848-1852). Da documenti inediti, Franco Angeli, Milano 2005, 21-118.

16) MEO OSCAR
Qualifica : PROFESSORE ASSOCIATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/04
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Kantiana minora vel rariora, Il melangolo, Genova 2001.
(2) L’approccio costruttivista all’estetica, in AA.VV., La nuova estetica italiana, a cura di L. Russo, “Aesthetica preprint”, Supplementa, n. 9, dicembre 2001, pp. 119-135.
(3) Recensione di: A. Savile, Leibniz and the “Monadology”, in “Epistemologia”, 2001/2, pp. 364-367.
(4) Mondi possibili. Un’indagine sulla costruzione percettiva dell’oggetto estetico, Il melangolo, Genova 2002.
(5) L’estetica contemporanea, in “Nuova Secondaria”, 15 aprile 2002, n. 8, pp. 73-77.
(6) L’oscuro oggetto del desiderio, ovvero Freud e l’illusione della felicità, in “Atti dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere”, Serie VI – vol. IV – 2001, Genova 2002, pp. 159-174.
(7) Recensione di: M. Mugnai, Introduzione alla filosofia di Leibniz, in “Epistemologia”, 2002, pp. 342-344.
(8) Sul concetto di “estetica costruttivista”, in “Oltrecorrente”, n.7, giugno 2003, pp. 25-38.
(9) Arte ed estetica alla svolta del millennio, in “Atti dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere”, serie VI – vol. V – 2002, Genova 2003, pp. 229-242.
(10) “Un’arte celata nel profondo…”. Gli aspetti semiotici del pensiero di Kant, Il melangolo, Genova 2004.
(11) Su alcuni paradossi della rappresentazione artistica. Note estetico-semiotiche in margine alle opere di Levo Rosenberg, Negri e Cassaglia, in Naming. L’immagine prende la parola, Catalogo della mostra, a cura di M. Levo Rosenberg e L. Salmon, Pubblicazioni della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Genova, Genova 2004, pp. 7-21.
(12) Il “da dove” e il “verso dove” di una “fuga” artistica. Riflessioni estetiche in margine alla mostra “Spunti di fuga”, in Spunti di fuga, Catalogo della mostra, Nuove Edizioni del Giglio, Genova 2005, pp. 2-5.

17) VENTURELLI DOMENICO
Qualifica : PROF. ORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/03
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Mito, religione e storia, a cura di Domenico Venturelli, con testi di E. Troeltsch e di H. G. Gadamer e studi di B. Casper, W. Beierwaltes, G. Scholtz, W. Jaeschke, L. Lugarini, G. Marini, L. Parisi, R. Celada Ballanti, Genova, Il melangolo, 2000, pp. 253.
(2) Ermeneutica e destinazione religiosa, a cura di Domenico Venturelli, con testi di G. W. Leibniz e di W. Weischedel e studi di D. Venturelli, G. Ghia, F. Ghia, R. Gatti, I. Tonelli, F. Camera, V. Melchiorre, S. Givone, G. Bof, B. Casper, M. M. Olivetti, F. Tessitore, G. Moretto, Genova, Il melangolo, 2001, pp. 300.
(3) Prospettive della morale kantiana, a cura di Domenico Venturelli, Acqui terme, Impressioni Grafiche, 2001, pp. 273.
(4) Religioni, etica mondiale, destinazione dell’uomo, a cura di Domenico Venturelli, con testi di H. Küng e di F. D. E. Schleiermacher e studi di G. Vincent, D. Venturelli, G. Ghia, F. Ghia, I. Tonelli, R. Celada Ballanti, F. Camera, A. Pirni, G. Moretto, G. Anepeta, M. Gisotti, Genova, il melangolo, 2002, pp. 346.
(5) Immanuel Kant. Filosofia e religione, a cura di Domenico Venturelli e Alberto Pirni. - Acqui Terme, Impressioni Grafiche, 2003, pp. 239.
(6) Ermeneutica e verità, in AA.VV., Il concetto di verità nel pensiero occidentale, a cura di Michele Marsonet, Genova, Il melangolo, 2000, pp. 131-171.
(7) Dolore e problema del senso in Federico Nietzsche, in AA.VV., Friedrich Nietzsche 1900-2000. Atti del convegno internazionale di filosofia, Genova, Il melangolo, 2001, pp. 227-253.
(8) Storie di Abramo. Frammenti d’interpretazione filosofica, in AA.VV., Ermeneutica e destinazione religiosa, Genova, Il melangolo, 2001, pp. 57-74.
(9) Nietzsche e la morale kantiana, in AA.VV., Prospettive della morale kantiana, Acqui terme, Impressioni Grafiche, 2001, pp. 235-268.
(10) Felicità e dolore in F. Nietzsche, in “Atti della Accademia Ligure di Scienze e Lettere”, Serie VI - Volume IV - 2001, Genova 2002, pp. 175-197.
(11) Della conoscenza di colui che soffre, in AA.VV., La persona e i nomi dell’essere. Scritti di filosofia in onore di Virgilio Melchiorre, Milano, Vita e Pensiero, 2002, vol. II, pp. 1303-1322.
(12) Sulla terra promessa, in AA.VV., Religioni, etica mondiale, destinazione dell’uomo, Genova, il melangolo, 2002, pp. 75-93.
(13) Sul significato della parola di Nietzsche “Dio è morto!”, in AA.VV., Radici metafisiche della filosofia, a cura di Giuseppe Nicolaci, Genova, Tilgher, 2002, pp. 347-357.
(14) Nietzsche filosofo della musica, in “Atti della Accademia Ligure di Scienze e Lettere”, Serie VI - Volume V - 2002, Genova 2003, pp. 197-228.
(15) Osservazioni in margine al sentimento morale del rispetto, in AA.VV., Immanuel Kant. Filosofia e religione, Acqui Terme, Impressioni Grafiche, 2003, pp. 39-68.
(16) La sofferenza inutile e la figura dell’idiota nelle Lezioni e negli scritti di Alberto Caracciolo, in «Per la filosofia», Anno XXI n. 60 (Gennaio-Aprile 2004), pp. 117-135.
(17) Hans Küng: un profilo, in Hans Küng, L’intellettuale nell’Islam, a cura di G. Cunico, Edizioni Diabasis, Reggio Emilia 2005, pp. 11-19.

18) ANGELINO CARLO
Qualifica : PROF. ASS. CONFERMATO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/04
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Il terribile segreto di Nietzsche, Il Melangolo, Genova, 2000.
(2) L'errore filosofico di Martin Heidegger, Il Melangolo, Genova, 2001.

19) CAMPODONICO ANGELO
Qualifica : PROF. STRAORDINARIO A TEMPO PIENO
Settore scientifico-disciplinare: M-FIL/03
Sede : Genova
Pubblicazioni : (1) Etica della ragione. La filosofia dell'uomo tra nichilismo e confronto interculturale, Jaca Book, Milano 2000.
(2) Contemporary Philosophy facing Fides et ratio in Faith and Reason, The Notre Dame Symposium 1999, edited by T.L. Smith, St. Augustine's Press, South Bend, Indiana 2001, pp. 167-180. (3) La filosofia analitica della religione di fronte alla sfida delle scienze e del pluralismo religioso in La rivoluzione pacifica. Percorsi e prospettive della più recente filosofia analitica della religione, a c. di F.P. Ciglia e G.C. Di Gaetano, Samizdat edizioni, Pescara 2001, pp. 93-124.
(4) La felicità in Sant'Agostino, in "Atti dell'Accademia ligure di scienze e lettere" VI, 2001, pp. 141-157.
(5) Etica dell'intelligenza e postmodernità, in "Nova et vetera" 2001, 4, pp. 21-28.
(6) L'uomo come microcosmo. Il significato e il metodo dell'Antropologia filosofica in La persona e i nomi dell'essere. Scritti di filosofia in onore di Virgilio Melchiorre, a c. di F. Botturi, F. Totaro, C. Vigna, Vita e Pensiero, Milano 2002, vol. I, pp. 275-289.
(7) Rassegna sulla recente f
ilosofia statunitense della religione in AA.VV, Il monoteismo, Mondadori, Milano 2002, pp. 155-174.
(8) Nichilismo, evoluzionismo e desiderio di Dio. Una "via" della "ragione pratica" , in "Nova et Vetera", 2002, IV, pp. 75-86.
(9) Il cristianesimo, la ragione filosofica e la sfida del postmoderno in Identità cristiana e filosofia, a c. di G. Ferretti, Rosenberg e Sellier, Torino 2002, pp. 369-376.
(10) Tommaso, la filosofia contemporanea e il problema del male, in AA.VV., Dialogo sul bene, "Doctor Communis", Atti della III Sessione plenaria del 21-23 giugno 2002, Città del Vaticano 2003, pp. 78-90.
(11) Radicalismo liberale e riscoperta della natura umana, in Soggetto e libertà nella condizione postmoderna a c. di F. Botturi, Vita e Pensiero, Milano 2003, pp. 123-145.
(12) Tra epistemologia ed etica. L'intuizionismo moderato di Robert Audi, "Rivista di Filosofia Neo-scolastica", 3-4, 2003, pp. 315-347.
(13) La "Regola d'oro" nella riflessione della recente filosofia anglosassone, "Bollettino della Società filosofica italiana", I, 2004, pp. 87-112.
(14) Voce Modernità in AA.VV., Scienze sociali e Dottrina della Chiesa. Contributi per un dizionario, Vita e Pensiero, Milano 2003, pp. 440-445.
(15) Verità nel tempo. Platonismo, Cristianesimo e contemporaneità. Studi in onore di Luca Obertello, a c. di Angelo Campodonico, Il Melangolo, Genova 2004.
(16) Tra legge e virtù. La filosofia pratica angloamericana contemporanea, a c. di Angelo Campodonico, Il Melangolo, Genova 2004.
(17) La Regola d'oro nella riflessione della recente filosofia anglosassone in AA.VV., La regola d'oro come etica universale a c. di C. Vigna e S. Zanardo, Vita e Pensiero, Milano 1995, pp. 227-253.

Referente amministrativo del Dipartimento/Struttura per le pratiche riguardanti il corso: CASO CATERINA
Strutture operative e scientifiche: Si ricorda che il Dottorato è costituito da due indirizzi come fusione (forzata) di due corsi di dottorato; da qui le diverse strutture coinvolte:
Il collegio docenti è dunque diviso in due indirizzi (come pure quanto segue):
Indirizzo LOGICA ED EPISTEMOLOGIA: Flavio Baroncelli, Margherita Benzi, Marco Borga, Dino Cofrancesco, Michele Marsonet, Luisa Montecucco, Valeria Ottonelli, Dario Palladino, Nicla Vassallo
Indirizzo FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE ETICHE, ESTETICHE e RELLIGIOSE: Carlo Angelino, Franco Camera, Angelo Campodonico, Gerarco Cunico, Claudio La Rocca, Luciano Malusa, Letterio Mauro, Oscar Meo, Domenico Venturelli.
Strutture:
Dipartimento di filosofia (DIF)
Dipartimento di Matematica (DIMA)
Dipartimento di Studi sulla Storia del Pensiero Europeo (DISSPE)
Laboratorio di Logica Applicata e informazione filosofica
Sezione Epistemologia del Dipartimento di filosofia
Sezione etico-politica del Dipartimento di filosofia
Sezione di storia delle idee e filosofia della cultura del Dipartimento di filosofia
Sezione di Etica e Scienze religiose del Dipartimento di filosofia
Redazione Rivista “Epistemologia” (Edizioni Tilgher)
Redazione Rivista elettronica “Networks” (presso il Servizio Web Italiano per la Filosofia)
Eventuali collaborazioni con soggetti pubblici o privati per lo svolgimento di esperienze in contesto di attività lavorative: INDIRIZZO LOGICO-EPISTEMOLOGICO
(1) Nel dottorato si privilegia la formazione teorica e quindi la partecipazione a lavori di ricerca e a convegni di dottorandi presso altre Università Europee, con particolare riferimento alle Università di Barcellona, di Londra (King’s College, Birkbek College, University College), al centro di ricerca Jean Nicod di Parigi.
(2) Nonostante la forte pressione sulla ricerca teorica, si mantiene aperta una porta a possibili esperienze lavorative per i dottorandi che hanno nei loro progetti di lavoro una forte componente applicativa.
Anche se non vi sono al momento collaborazioni organizzate con aziende e altri soggetti pubblici, anche se il cordo di Dottorato ha un rapporto privilegiato con il master di scienze cognitive, attraverso il quale si sono stipulati già diverse forme di collaborazione con soggetti pubblici e privati il Liguria e Piemonte (Ansaldo, Marconi, Camera di Commercio, Celi, Totem).
(3) Ovviamente i dottorandi sono immediatamente inseriti nei progetti editoriali cui partecipano i docenti del Dipartimento, e in particolare nelle case editrici e progetti multimediali come la casa editrice Tilgher, che pubblica la rivista “Epistemologia” e il Servizio Web italiano per la Filosofia, peresso il quale la Sezione epistemologia pubblica la rivista elettronica di divulgazione scientifica “Networks” (che è stata presentata negli ultimi due Festival della Scienza a Genova).
INDIRIZZO FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE:
Le principali esperienze in contesto di attività lavorative per il dottorando saranno quelle legate alla ricerca filosofica e in particolare quelle in grado di consentirgli di acquisire un profilo europeo e internazionale, ossia la partecipazione a convegni e lo svolgimento di soggiorni di ricerca all’estero, entrando a contatto e cooperazione con il mondo scientifico al di là delle frontiere, a partire dalle Università straniere con cui il corso intrattiene rapporti di collaborazione.
In secondo luogo saranno importanti periodi non solo di ricerca, ma anche di lavoro sul campo (tramite stages o altro) effettuato presso istituzioni nazionali e internazionali impegnate nella costruzione di una rete di comunicazione e di dialogo tra le culture e le religioni con una significativa presenza dell’interesse per la convergenza etica; tra queste una proficua collaborazione è già stata avviata con:
Stiftung Weltethos (Tübingen)
World Conference on Religion and Peace (ONG)
Centro di Studi Ecumenici (Milano)
Centro di Etica generale ed applicata (Pavia).
In terzo luogo i dottorandi potranno utilmente saggiare i collegamenti tra ricerca e mondo sociale, culturale e del lavoro effettuando stages o tirocini presso aziende e associazioni culturali anche a livello locale:
presso le molte biblioteche pubbliche (comunali e statali) e private presenti a Genova, in Liguria e nelle provincie limitrofe;
presso la casa editrice il melangolo di Genova, di cui è responsabile uno dei docenti del corso e che pubblica la rivista filosofica “Eidos”, diretta dallo stesso docente, il prof. Angelino;
presso altre case editrici genovesi:
Edizioni San Marco dei Giustiniani
Edicolors S.A.S.
De Ferrari e Devega editore – Fondazione De Ferrari
Società Europea di Edizioni;
presso diverse associazioni culturali operanti a Genova, aperte alle problematiche filosofiche, etiche, interculturali e interreligiose:
Associazione antirazzista e interetnica "3 Febbraio"
Associazione culturale Centro per le ricerche e scienze umane
Associazione Italiana Psicofilosofi
Circolo Culturale "I Buonavoglia".
Descrizione degli sbocchi professionali: INDIRIZZO EPISTEMOLOGICO
Se dovessimo parlare solo sulla base delle esperienze pregresse dovremmo parlare di immissione nei ruoli accademici; infatti dei 40 dottori di ricerca che sono usciti dal dottorato di Filosofia della Scienza che è una delle componenti centrali di questo corso, piu’ della metà oggi hanno un lavoro nel campo della didattica e/o ricerca: diversi insegnano in università italiane (Bergamo, Bologna, Firenze, Genova, L’Aquila, Lecce, Milano Cattolica, Milano Politecnico, Milano San Raffaele, Milano Statale, Pisa, Roma, Salerno, Sassari, Trento, Varese) e estere (Amsterdam, Barcellona, London, Stirling ); altri hanno posti di ricerca in istituti (CNRS Parigi, ICREA Barcellona) o hanno trovato lavoro a livello dirigenziale in azienda.
Un dottorato in campo epistemologico apra spazi a ruoli di responsabilità in azienda e renda soprattuto competivi i dottori di ricerca italiani in Europa, sia nel campo della ricerca che della didattica universitaria, sia nel campo dell’industria culturale, dalla divulgazione scientifica alla ristrutturazione di progetti editoriali di ampia portata. La preparazione epistemologica applicata a tematiche economiche e politiche apre inoltre possibilità di inserimento in centri di ricerca europei a diversi livelli di responsabilità.
INDIRIZZO DI FILOSOFIA E STORIA DELLE IDEE
Carriera docente nelle Università e negli Istituti di Alta Formazione.
Consulenza filosofica (etica, estetica, emeneutica, interculturale, interreligiosa) come attività professionale rivolta ad aziende pubbliche e private.
Editoria e giornalismo.
Personale specializzato e dirigente nelle biblioteche.
Organizzazione di attività ed eventi culturali, direzione di istituti e associazioni culturali.
Cooperazione e formazione interculturale e interreligiosa.
Numero complessivo di posti potenzialmente attivabili: 8
Eventuale numero di posti riservati a cittadini extracomunitari non residenti: con borsa: 4
senza borsa: 4
Numero complessivo di borse: 4 , di cui:
  a) richieste dall'Ateneo: 4
  b) finanziate dai Dipartimenti: 0
     dettaglio: 0
  c) finanziate da altre Università: 0
     dettaglio: 0
  d) finanziate da soggetti esterni: 0
     dettaglio: 0
  e) Borse già acquisite "decreto giovani": 0
     dettaglio: 0
Risorse finanziarie a disposizione del corso di dottorato: disponibilità finanziaria complessiva: € 5000
strutture presso le quali il predetto fondo è disponibile: Dipartimento di filosofia (risorse presumibili desunte dal progetto di cofinanziamento MIUR come appoggio all'attività di Dottorato)
  di cui (importo e dettaglio per singole strutture):
  a) per la didattica: € 1500     (struttura/e: Dipartimento di filosofia )
  b) per stage: € 0     (struttura/e: )
  c) per soggiorni all'estero: € 1000     (struttura/e: Dipartimento di filosofia )
  d) per materiale di ricerca del dottorando: € 2500     (struttura/e: Dipartimento di filosofia DIF Dipartimento di matematica DIMA )
  e) per contributi ai dottorandi: € 0     (struttura/e: )
  f) per ammontare delle borse: € 0     (struttura/e: )
 

Torna al menu